Arte Artisti
Bargia

Giacomo Barberis (Bargia), viene iscritto all'anagrafe di Sanremo nel '42 proveniente con i genitori dai Campi di Concentramento dell'Africa Orientale. Studia a Milano e a 19 anni abbandona la vita bohèmien di Brera per laurearsi nel '65 al Politecnico di Milano. Lavora quindi nel campo dell'edilizia sociale con significative esperienze sia in Italia che in vari paesi quali Libia, Arabia Saudita, Kuwait, Libano, Svizzera, Germania, Spagna, Portogallo, Iran dove si trattiene per lunghi periodi nel 1977/78/79  ed infine Australia  dove esegue alcune ricerche sull'arte aborigena.

Appassionato di vela e fotografia, con l'abbandono del lavoro di architetto ritrova l'appagamento creativo nella ricerca figurale.

Per raggiungere più rapidamente il proprio intimo artistico consulta testi e docenti significativi, si applica in esercizi anche snervanti che ad esempio comportano l'uso della mano sinistra  nonchè l'abolizione della vista come organo senso-percettivo e di controllo. Frutto di questa ricerca è una serie di quadri che enunciano chiaramente l'inconsueta emotività che li ha generati. Un altro gruppo di esperienze è rappresentato dai disegni di contatto eseguiti in sintonia empatica: ovviamente risultano in scala 1:1, infatti la maggior parte delle sue opere sono di grandi dimensioni. L'artista si produce i medium: con i tensioattivi e i fissativi naturali (Iran) lega terre, argille, fanghi".


 

Bargia ©



Per ulteriori informazioni su Giacomo Barberis, potete visitare il sito personale Bargia, oppure scrivere a:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


 

 
SEO Søgemaskineoptimering - SEO
Adami Partners

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information